Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

CHIUDI

039.79.49.06

Che cos'è il riscaldamento a induzione?

Il riscaldamento a induzione è un metodo rapido, efficiente, preciso e ripetibile utilizzato in processi industriali, lavorazioni speciali e test di laboratorio per riscaldare metalli e altri materiali elettricamente conduttivi.

Questo metodo innovativo utilizza un Generatore RF per trasferire corrente elettrica all'interno di un materiale e, sfruttando la naturale resistenza elettrica, generare calore al suo interno (effetto Joule). A differenza di tecnologie più convenzionali questo processo prevede che la corrente elettrica alternata scorra attraverso una bobina (o induttore) che, generando un campo elettromagnetico a sua immagine speculare, è in grado di trasferire la corrente all'interno di un altro materiale conduttivo. Questo processo fisico è meglio noto come induzione elettromagnetica o legge di Faraday.

Un ulteriore effetto di riscaldamento avviene nei materiali magnetici che offrono una naturale resistenza al rapido cambiamento dei campi magnetici a causa dell'effetto di isteresi magnetica. In questi materiali l'isteresi magnetica produce un calore aggiuntivo che si somma al riscaldamento dato delle correnti parassite. Questo effetto avviene fino a temperature inferiori al punto di Curie.

Maggiori dettagli

Tramite l'induzione l'elettromagnetica è possibile riscaldare qualsiasi metallo come ad esempio acciaio, alluminio, ottone, rame, stagno, nickel, bronzo, titanio.

Inoltre riscaldando un sucettore, cioè un materiale conduttivo in grado di assorbire le onde elettromagnetiche e trasformarle in calore, è possibile riscaldare per conduzione, convezione o irraggiamento materiali non conduttivi come le plastica e il vetro.

Maggiori dettagli

Grazie all'elettronica di controllo è possibile riscaldare con estrema precisione materiali a partire dalla temperatura ambiente fino a oltre 3000°C. In base alle necessità il riscaldo può durare da una frazione di secondo a mesi. Il processo, che può essere monitorato, è inoltre estremamente preciso e ripetibile.

Maggiori dettagli

In generale un riscaldatore a induzione è costituito da un generatore di corrente elettrica in grado di fornire l'energia necessaria e da un induttore in grado di trasferirla.

Amind Italia offre una vasta gamma di riscaldatori a induzione con potenze che variano da 1 a 1000kW e frequenze che possono essere bassa (50 Hz, frequenza di rete), media (0.75–50 kHz) o alta frequenza (50–400 kHz).

Esplora il nostro catalogo prodotti per saperne di più.

Maggiori dettagli

La tecnologia dell'induzione ha infiniti campi applicativi.

Nel settore industriale i processi più noti sono l'automazione di processi di brasatura, tempra, stampaggio a caldo e ricottura; nel settore delle costruzioni di macchine e della manutenzione i nostri generatori vengono impiegati per il piantaggio a caldo, la raddrizzatura di carrozzerie e lo sbloccaggio di dadi. Le nostre apparecchiature vengono usate in laboratori scientifici per eseguire test e ricerche come ad esempio test di trazione di materiali o riscaldo di nanoparticelle e molto altro ancora...

Ogni giorno presso il nostro Laboratorio Applicativo analizziamo e studiamo nuovi impieghi di riscaldamento ad induzione.

Per saperne di più visita la nostra sezione:

● Processi di riscaldamento a induzione

● Settori applicativi

Rispetto a mtodi di riscaldamento convenzionali come forni, fiamme o resistenze elettriche l'induzione offre numerosi vantaggi:

● Riscaldamento molto preciso e affidabile
● Riscaldo estremamente rapido
● Alta efficienza energetica
● Ampia possibilità di regolazione e automazione
● Bassissime ossidazioni dei pezzi
● Ambiente privo di fiamme
● Elevata sicurezza
● Start-stop immediato
● Poca manutenzione e fermo dell'impianto produttivo
● Riduzione dei costi

La potenza necessaria ad eseguire un determinato processo dipende da diversi fattori:

● La quantità di massa da riscaldare
● Le proprietà del materiale
● La temperatura finale da raggiungere
● Il tempo di riscaldamento richiesto
● L'efficienza del generatore RF e dell'induttore
● Eventuali perdite del sistema come conduzione o irraggiamento


I nostri tecnici di laboratorio hanno una grande esperienza e sono in grado di effettuare delle stime teoriche accurate e di verificare il processo con dei test pratici. 

Chiamaci e inviaci i tuoi campioni e otterrai GRATUITAMENTE un test di fattibilità per il tuo processo di riscaldo e una valutazione dell'equipaggiamento più adatto alle tue esigenze. Forse abbiamo già studiato la migliore soluzione per la tua esigenza, lascia che i nostri ingegneri analizzino campioni e esigenze produttive e ti manderemo gratuitamente le nostre valutazioni qualificate.

Compila il form per sottoporci le tue esigenze di riscaldo di precisione!

La frequenza di lavoro di un apparecchiatura a induzione deve essere selezionata in base al materiale del componente da scaldare, alle sue dimensioni e al tipo di applicazione a cui è destinata.

A causa dell'effetto pelle, la corrente indotta circola sulla superficie del materiale con una certa profondità. Esiste una relazione tra la frequenza della corrente alternata e la sua profondità di penetrazione: le basse frequenze vengono impiegate per il riscaldo profondo di grossi componenti, mentre le alte frequenze (>50kHz) sono più adatte a un riscaldamento superficiale o di piccoli oggetti.

Il nostro catalogo prodotti offre generatori a induzione con una vasta gamme di frequenze di bassa (50 Hz, frequenza di rete), media (0.75–50 kHz) o alta frequenza (50–400 kHz).

I nostri tecnici di laboratorio hanno maturato una grande esperienza e sono in grado di consigliarti l'equipaggiamento più adatto per la tua applicazione. Contattaci per una valutazione tecnica GRATUITA, saremo in grado di proporvi la soluzione più adatta alle tue esigenze produttive!

Compila il form per sottoporci le tue esigenze di riscaldo di precisione!

Forma e dimensione dell’induttore – a spira singola o multipla, elicoidale, rotonda o quadrata, interno o esterno al pezzo – deve essere adeguatamente definita in base a forma e dimensione del componente da riscaldare e ad altre variabili del processo produttivo. 

Con una buona progettazione dell’induttore, si può ottenere un profilo di riscaldo idoneo e massimizzare il trasferimento di energia, senza rendere difficoltoso l’inserimento e la rimozione del pezzo da riscaldare.

Per saperne di più circa questo importante aspetto del riscaldo ad induzione puoi:

● Consultare la nostra sezione online decicata ai servizi di progettazione e fabbricazione di induttori

● Leggere la nostra guida Guida induttori per processi di riscaldamento a induzione

I nostri tecnici esperti sono in grado di valutare e testare la soluzione di riscaldamento più pratica e efficiente!

Ogni giorno presso il nostro Laboratorio Applicativo analizziamo e studiamo nuovi impieghi del riscaldo a induzione grazie ai nostri generatori a induzione a stato solido. Chiamateci o mandateci i Vostri campioni e otterrete GRATUITAMENTE un test di fattibilità del vostro processo di riscaldo tramite induzione e la valutazione del sistema più adatto per le vostre esigenze.

Forse abbiamo già studiato la migliore soluzione per la vostra esigenza! Lascia che i nostri ingegneri analizzino i tuoi campioni e le tue esigenze produttive, e ti manderemo gratuitamente i nostri suggerimenti qualificati.

Compila il form per sottoporci le tue esigenze di riscaldo di precisione!

Siamo pronti ad aiutarvi a trovare la soluzione ottimale di riscaldamento per le industrie, la ricerca e la manutenzione.

039.79.49.06
info@aminditalia.com
Amind Italia sas - Via della Ricostruzione, 29 B - 20835 Muggió MB - P.IVA e C.F. 02723870966 - Tel. 039.794.906 - info@aminditalia.com


Cosa facciamo

Amind Italia si dedica con passione alla promozione dell'uso dell'induzione elettromagnetica come tecnica innovativa di riscaldamento nei processi industriali, nella manutenzione meccanica e nelle attività di ricerca scientifica e di laboratorio.